Cent’anni di prefabbricazione in calcestruzzo

Breve storia della prefabbricazione

La testimonianza qui riportata inizia per ragioni anagrafiche dagli anni della grande ripresa economica del dopoguerra. Anche se su scala molto ridotta, alcune aziende italiane già operavano nel settore dei prefabbricati in calcestruzzo negli anni venti e trenta. In precedenza aveva avuto inizio la produzione dei blocchi in calcestruzzo per le opere in muratura, blocchi ai quali associamo il primo dei nomi “storici” qui ricordati, quello delle blocchiere Rosa e Cometta.

INFORMAZIONI
Articoli storici
G. Toniolo
2007

Negli anni venti ha origine un prefabbricato con destinazione particolare, il palo centrifugato, prodotto con tecnologia tedesca dalla Scac. Dapprima destinato alle linee elettriche, il palo in calcestruzzo troverà la sua fortuna, rispetto ai sostegni metallici, nel regime di autarchia conseguente alle “Sanzioni” ed alle modeste possibilità dell’industria siderurgica nazionale. Destinato poi anche alle fondazioni, il palo si dimostrerà come uno dei prodotti “immortali”. Negli anni trenta parte anche la produzione di tubi per acquedotti e fognature, tubi che otterranno un’affermazione pressoché universale ed ai quali associamo il nome storico di Vianini.

Il primo sviluppo delle costruzioni in cemento armato in Italia, al seguito dei brevetti Hennebique, era esclusivamente volto alle strutture gettate in opera. Negli anni trenta inizia la produzione di travetti prefabbricati per solai. Fra tutti ricordiamo il travetto Varese, detto “la putrella in cemento”, che ha avuto la sua prima fortuna nel rifacimento dei vecchi solai in legno. Anch’esso è stato favorito dal regime di autarchia nazionale rispetto alle “vere” putrelle in acciaio.

Come in questa breve premessa, che ci ha portato alla vigilia della seconda guerra mondiale, anche nel seguito la testimonianza non pretenderà di essere completa ed onnicomprensiva, limitandosi ad evidenziare alcuni fatti ritenuti rappresentativi per scandire i successivi passi del percorso evolutivo della prefabbricazione in calcestruzzo.

 

Switch The Language
    CTE

    Collegio dei Tecnici della Industrializzazione Edilizia

    L’associazione ha scopi esclusivamente culturali e si dedica allo studio ed al perfezionamento della industrializzazione dell’edilizia, mediante pubblicazioni, conferenze, concorsi, convegni, viaggi di studio, corsi di perfezionamento, raccolta di documentazione tecnico-scientifica ed ogni altro mezzo idoneo.

    INDIRIZZO

    Via Monte Bianco 38, 20149 Milano

    TELEFONO

    +39 327 9127660

    EMAIL

    [email protected]

    Cart