Materiali Fibrorinforzati – IV° V° Modulo

FRC: progettazione e applicazioni secondo le linee guida del C.S.LL.PP – Milano, 19 Giugno 2019

Con il D.M. 17 gennaio 2018 sono state aggiornate le Norme Tecniche per le Costruzioni 2008.
Il paragrafo §11 delle nuove NTC 2018 si focalizza sui Materiali e Prodotti per uso strutturale.
Questo ciclo di seminari è stato pensato per approfondire gli aspetti di progettazione sui nuovi materiali fibrorinforzati con matrice cementizia i quali sono soliti essere definiti attraverso l’uso di sigle “acronimi” che possono spesso suscitare dubbi nel progettista.
Dopo un primo modulo di apertura introduttivo seguiranno una serie di moduli specifici per ogni materiale.

IV° V° Modulo

l calcestruzzo fibrorinforzato (FRC) presenta, in molte applicazioni strutturali, una serie di importanti vantaggi, a partire dalla possibilità di sostituire, almeno in parte, l’armatura convenzionale. Ciò implica un risparmio sui tempi di realizzazione e posa dell’armatura, in aggiunta ai tempi per i controlli della direzione lavori. Il FRC è poi particolarmente utile per il controllo del quadro fessurativo in quanto la presenza del fibrorinforzo riduce l’ampiezza delle fessure, portando notevoli vantaggi alla durabilità dell’opera.

La disponibilità di un nuovo materiale (FRC) a prestazione garantita rappresenta un grande vantaggio per i progettisti che potranno assumere (nei calcoli) specifici valori delle prestazioni del materiale che verranno poi trasmessi nelle prescrizioni progettuali.
L’ultima versione delle Norme Tecniche delle Costruzioni include il calcestruzzo fibrorinforzato (FRC) tra i materiali per la realizzazione di elementi strutturali. La normativa precisa che il FRC può essere realizzato con fibre di acciaio o materiale polimerico, purché siano marcate CE.
Tra le applicazioni verranno trattate le travi (soprattutto per aumentare la resistenza a taglio), le piastre e gli elementi prefabbricati.
Il FRC riveste particolare interesse applicativo anche nel rinforzo di elementi quali pilastri, pile da ponte, travi, impalcati etc, attraverso l’applicazione di un sottile rivestimento esterno che, oltre all’aumento della resistenza, consente anche di aumentare la durabilità dell’opera grazie alla ridottissima porosità della matrice cementizia e il forte contrasto allo sviluppo delle fessure.

Il seminario si propone di fornire le principali informazioni ed esperienze per la progettazione di elementi strutturali in FRC, in accordo con il D.M. 2018.
L’obiettivo è quello di permettere al progettista di saper scegliere il FRC più adatto alla specifica applicazione strutturale e saperlo usare per la progettazione degli elementi.

I Moduli
  • I Modulo – I nuovi materiali nel D.M. 2018.
  • II Modulo – FRP: progettazione e applicazioni secondo le linee guida del C.S.LL.PP..
  • III Modulo – FRCM: progettazione e applicazioni secondo le linee guida del C.S.LL.PP. e le istruzioni del CNR
  • IV-V Modulo (iscrizione unica) – FRC: progettazione e applicazioni secondo le linee guida del C.S.LL.PP.
  • VI Modulo – CRM: progettazione e applicazion

Seminario a cura:
Ordine degli Ingegneri della provincia di Milano

In collaborazione con CTE

Particinio di:
fib – aicap

Data:
Milano, 19 Giugno 2019

Switch The Language
    CTE

    Collegio dei Tecnici della Industrializzazione Edilizia

    L’associazione ha scopi esclusivamente culturali e si dedica allo studio ed al perfezionamento della industrializzazione dell’edilizia, mediante pubblicazioni, conferenze, concorsi, convegni, viaggi di studio, corsi di perfezionamento, raccolta di documentazione tecnico-scientifica ed ogni altro mezzo idoneo.

    INDIRIZZO

    Via Monte Bianco 38, 20149 Milano

    TELEFONO

    +39 327 9127660

    EMAIL

    [email protected]

    Cart